Ricetta n.2: Scorze di arancia candite

Ricetta tratta da: La Cucina Siciliana di Giuseppina Randazzo, un ricettario comprato all’edicola di Favignana un’estate di 8 anni fa.

Ingredienti: scorze di arancia; zucchero

Tagliare a spicchi le scorze di arancia e metterle in una bacinella con dell’acqua per due giorni, cambiando spesso l’acqua. Gettare le scorze in una pentola con dell’acqua in ebollizione, facendole cuocere fino a quando non sono morbide. Toglierle dall’acqua, pesarle e calcolare l’uguale peso di zucchero, che va fatto fondere con un pò d’acqua, unendo poi le scorze d’arancia. Mescolare per far assorbire tutto lo zucchero alle scorze, togliere dal fuoco e staccarle l’una dall’altra. Servire fredde in un piatto.

Note di RiCreAzioni:

  • usare unicamente bucce di arance non trattate
  • l’acqua in cui si lasciano per due giorni a riposare le scorze e che va cambiata spesso è profumatissima, non trascurate quest’occasione olfattiva prima di gettarla via!
  • l’autrice non indica tempi: noi abbiamo fatto cuocere le scorze a fuoco lento nell’acqua bollente per circa 15-20 minuti, e circa lo stesso tempo poi nello zucchero disciolto.
  • questa ricetta, scoperta dopo tanti anni, ci ha permesso di fare alcuni regali natalizi, dolci e profumati (avvolti in carta da forno e messi in scatole di cartoncino).

    ... mentre raffreddano

    ... ed ecco il regalo

Annunci

2 Risposte to “Ricetta n.2: Scorze di arancia candite”

  1. Bruna Says:

    Buone le voglio provare!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: